domenica 1 marzo 2009

E' finito davvero

Per una bolognese in trasferta come me, l'idea che carnevale non finisca con il martedì grasso universalmente riconosciuto, bensì il fine settimana dopo perchè a Milano devono sempre fare i diversi è stata choccante ed esaltante al contempo!
Così però ora mi ha colto impreparata la Quaresima, percui non ho pronto nessun fioretto...ovviamente volevo eliminare qualcosa dalla mia non-dieta quotidiana, lo so che non è molto religiosa come rinuncia, ma insomma...uniamo l'utile al dilettevole!!
Bene..penso eliminerò le focacce (aaaaaaaaaah!! 40 giorni senza nemmeno una focaccina??!!..posso ripensarci? Vi pregooo!!) e tutti i dolci dopo le 9.30 del mattino (colazione la devo pur fare e io zucchero il the con il miele...insomma, un po' di clemenza!) Altro?? Diciamo la pizza via e non ci si pensi più..la pasta no perchè ne mangio pochissima e sarebbe un fioretto di facciata... diciamo che queste sono le cose golose che riempiono più spesso le mie giornate ( e la mia pancia)!! AAAAAAlt!! Fermi tutti, voce importantissima!! Le caramelle del cinema, appuntamento quasi settimanale che devo riuscire a riportare sotto il mio controllo!!Le sempre, sempre, sempre, non faccio mai un'eccezione e ho persino "infettato"il mio ragazzo con questa mania...
Bene, spero che aver scritto i miei sani propositi mi aiuti a mantenerli, perchè quante volte mi sono proposta di applicarli senza mai farlo veramente? Ora lo farò punto e basta!
Ed ecco un ultimo starnuto di carnevale, le mie Castagnole!

Castagnole

2 uova
6 cucchiai di zucchero
6 cucchiai di latte
olio e.d.o.
150 gr. uva passa
450 gr. farina
1/2 cucchiaino di lievito in polvere
1 bustina di vanillina
sale
olio per friggere ( io ho usato quello di soia)


Mettere in ammollo l'uva passa in un po' d'acqua tiepida così da farla rinvenire.
Montare le uova con lo zucchero fino ad avere un composto spumoso, a cui verrà aggiunto il latte e temperatura ambiente, l'olio.
Inserire l'uva passa asciugata e la farina, una volta ottenuto un impasto omogeneo unire la vanillina. Manipolare a lungo, poi farlo come se fosse una palla e lasciarlo riposare per almeno due ore.
Passato questo tempo formare delle palline con l'impasto e friggerle in una pentola con l'olio adatto caldo. Quando le si tolgono dal fuoco adagiarle su carta assorbente e poi in un bel piatto da portata spolverizzate con zucchero a velo !!

3 commenti:

Laura ha detto...

Buone le castagnole...auguri per i fioretti, io non so se ce la farei! :)

Erbaluce ha detto...

Eheheeh!! Nemmeno io ne ho idea, diciamo che ci provo! E' passato solo un giorno e già oggi quante tentazioni con la mente che cercava di trovare scappatoie!! :-P

Le Pappe di Alessandra! ha detto...

carino :)
Mi ha fatto piacere leggere il tuo post ;)

P.s. facci sapere però!!!!!